Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza per matrimonio

 

Cittadinanza per matrimonio

ELENCO DEI DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL'ISTANZA DI CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER IL CONIUGE STRANIERO DI UN CITTADINO ITALIANO

NORMATIVA

Articolo 5 della Legge 5 febbraio 1992, n.91
1. Il coniuge, straniero o apolide, di cittadino italiano può acquistare la cittadinanza italiana quando, dopo il matrimonio,risieda legalmente da almeno due anni nel territorio della Repubblica, oppure dopo tre anni dalla data del matrimonio se residente all'estero, qualora, al momento dell' adozione del decreto di cui all'articolo 7, comma 1, non sia intervenuto lo scioglimento, l'annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non sussista la separazione personale dei coniugi.
2. I termini di cui al comma 1 sono ridotti della metà in presenza di figli nati o adottati dai coniugi.

Articolo 7 della Legge 5 febbraio 1992, n.91
Ai sensi dell'articolo 5, la cittadinanza si acquista con decreto del Ministro dell'Interno, a istanza dell'interessato, presentata al Prefetto competente per territorio in relazione alla residenza dell'istante, qualora ne ricorrano i presupposti o alla competente autorità consolare.

Articolo 9 bis della Legge 5 febbraio 1992, n.91
Ai fini dell’elezione, acquisto, riacquisto, rinuncia o concessione della cittadinanza, all’istanza o dichiarazione dell’interessato deve essere comunque allegata la certificazione comprovante il possesso dei requisiti richiesti per legge.

A decorrere dal 5 ottobre 2018 - ai sensi dell’art. 14 del D.L. 4 ottobre 2018, n. 113, pubblicato nella G.U. n. 231 del 4 ottobre 2018 - il contributo per le istanze di cittadinanza di cui agli artt. 5 e 9 della Legge è di importo pari a 250,00 euro.

A decorrere dal 5 ottobre 2018 - ai sensi dell’art. 14 del D.L. 4 ottobre 2018, n. 113, pubblicato nella G.U. n. 231 del 4 ottobre 2018 - il termine di definizione dei procedimenti in corso di cui agli articoli 5 e 9 è di quarantotto (48) mesi dalla data di presentazione della domanda.

A decorrere dal 4 dicembre 2018 (legge 1 dicembre 2018, n. 132) è condizione indispensabile per il riconoscimento della cittadinanza italiana, ai sensi degli artt. 5 (cittadinanza per matrimonio) e 9 (per servizio, per almeno cinque anni, anche all'estero per lo Stato Italiano) della L. 91/92, il possesso di un’adeguata conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello B1 del Quadro comune di riferimento per la conoscenza delle lingue. L’accertamento di detto requisito va effettuato attraverso l’acquisizione di un titolo di studio rilasciato da un istituto di istruzione pubblico o paritario in Italia o all'estero, riconosciuto dal Ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca e dal Ministero degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale oppure di una certificazione rilasciata da un ente certificatore.

Al momento possono considerarsi enti certificatori, appartenenti al sistema di certificazione unificato CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità):

• l’Università per stranieri di Siena,

• l’Università per stranieri di Perugia,

• l’Università Roma Tre,

• la Società Dante Alighieri.

Potranno, pertanto, essere considerate valide ai sensi della norma citata le certificazioni di livello non inferiore a B1 rilasciate dai suddetti enti.

Per conoscere gli Istituti abilitati al rilascio della suddetta certificazione prego consultare la pagina web dedicata del portale della lingua Italiana.

 

ELENCO DOCUMENTI

1. compilazione e invio della domanda on line di cittadinanza italiana: https://cittadinanza.dlci.interno.it;

2. estratto dell’atto di nascita completo di tutte le generalità * / **;

3. certificato penale del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza * / **. Nei Paesi Bassi non è possibile ottenere il certificato penale, per cui è necessario presentare la dichiarazione concernente la condotta olandese con Postilla (verklaring omtrent het gedrag voorzien van Apostillestempel), rilasciata dal Comune olandese * / **;

4. atto integrale di matrimonio, rilasciato dal Comune italiano di iscrizione o trascrizione;

5. documento di riconoscimento (passaporto);

6. ricevuta di versamento del contributo di € 250,00***;

7. attestazione del possesso di adeguata conoscenza della lingua italiana;

8. stato di famiglia (gezinsuittreksel met alle gezinsleden), rilasciato dal Comune olandese.

La documentazione deve essere di recente datazione, non più vecchia di sei mesi.

* Gli atti di cui ai punti 2) e 3) dovranno essere legalizzati dall’Autorità consolare italiana presente nello Stato di formazione o con Postilla (Apostille), salvo le esenzioni previste per gli Stati aderenti alle convenzioni internazionali.

** Gli atti di cui ai punti 2) e 3) dovranno altresì essere debitamente tradotti in lingua italiana da un traduttore giurato, anche la firma del traduttore dovrà essere legalizzata dall’Ufficio consolare italiano competente o con Postilla (Apostille).

*** Il versamento può essere effettuato: mediante bonifico estero.
Gli elementi identificativi che andranno obbligatoriamente utilizzati dai richiedenti per il versamento del contributo sono:
1) CONTO CORRENTE POSTALE intestato a: MINISTERO DELL'INTERNO D.L.C.I. – CITTADINANZA - ROMA;
2) causale del versamento; contributo cittadinanza matrimonio + cognome e nome;
3) CODICE IBAN relativo al c/c medesimo: IT54D0760103200000000809020;
• codice BIC/SWIFT di Poste italiane: BPPIITRR.

Una volta compilata la domanda e inserita la documentazione richiesta, sarà generato un documento riepilogativo e la ricevuta d’invio.
Questa Cancelleria Consolare sarà automaticamente informata della presentazione della domanda e procederà alle necessarie verifiche. Il richiedente riceverà quindi una comunicazione di accettazione o di “accettazione con riserva” o di rifiuto della domanda stessa.
In caso di accettazione, il richiedente sarà convocato, con il coniuge cittadino italiano, da questa Cancelleria Consolare al fine di depositare in originale la documentazione sopra indicata e per effettuare il pagamento dell’autentica della firma sulla domanda di cittadinanza pari a € 14,00 e dell'imposta di bollo sull'istanza pari a € 16.
Il Decreto di concessione della cittadinanza italiana sarà notificato all’interessato mediante lettera raccomandata. Si invitano pertanto coloro che dovessero cambiare indirizzo di darne comunicazione agli Uffici AIRE e Cittadinanza.
Entro sei mesi dalla notifica del Decreto di concessione della cittadinanza italiana, l’interessato dovrà presentarsi in Cancelleria per prestare il giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e alle Sue leggi.

Per ulteriori informazioni, si prega di contattare l’Ufficio Notarile all’e-mail: denhaag.cittadinanza@esteri.it.


291