Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Passaporti 2019

 

Passaporti 2019

 passaporto

 

PASSAPORTI

L’Ufficio Passaporti risponde al telefono esclusivamente il: lunedì, martedì, giovedì, venerdì e solo dalle ore 14:00 alle 16:00.

Per gli orari di apertura degli sportelli, le linee telefoniche, per l’indirizzo della Cancelleria Consolare a L’Aja e per tutte le informazioni su come contattarci clicca qui

PRIMA DI TELEFONARE O SCRIVERE: leggere attentamente le informazioni pubblicate su questo sito web. Nelle richieste specificare sempre: il nome/cognome e la data di nascita della persona interessata. Fornire una breve ma completa descrizione del fatto o della domanda.

I messaggi avranno risposta esclusivamente nel caso in cui le informazioni richieste non siano già pubblicate sul sito web.

INFORMAZIONI GENERALI

È possibile presentare richiesta di passaporto da 6 mesi prima della scadenza del passaporto.

Condizioni fondamentali per richiedere un passaporto presso questa Cancelleria Consolare sono: la residenza nella Circoscrizione
Consolare dell'Ambasciata d'Italia a L’Aja, la regolare iscrizione all'AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero - occorre provvedere all’iscrizione collegandosi al portale FAST IT) dei Paesi Bassi e la correttezza dei dati anagrafici (ovvero occorre aver già fatto la trascrizione di ogni possibile variazione d’indirizzo collegandosi al portale FAST IT - vedi Anagrafe) PRIMA di iniziare la richiesta di passaporto.

Il rilascio del passaporto è poi subordinato alla verifica della correttezza della posizione dello Stato Civile del richiedente. Prima della presentazione della richiesta di passaporto, è necessario aver provveduto alla trascrizione di tutti gli Atti di Stato Civile riguardanti il richiedente e i suoi familiari (ad esempio: matrimonio, nascita di figli all’estero, riconoscimento di figli naturali, divorzio, morte, cambio di nome / cognome, eccetera che siano avvenuti al di fuori dell’Italia - vedi Stato Civile).

La registrazione di nascite di minorenni avvenute all’estero e l’atto di assenso dell’altro genitore di prole minorenne sono obbligatori per legge.

Le altre variazioni di stato civile non sono pregiudiziali.

 

AVVERTENZE: solo per chi non è nato in Italia ed ha ottenuto la cittadinanza italiana all’estero o in Italia (ma non tramite la Cancelleria Consolare d’Italia a L’Aja) verificare che il proprio atto di nascita sia registrato presso il proprio Comune d’iscrizione AIRE in Italia.

Se l’atto di nascita non è stato trascritto in Italia, con la domanda di passaporto, l'interessato dovrà presentare copia conforme (cioè apostillata e tradotta) dell'atto di nascita per la trascrizione in Italia (vedi Notarile). Questo si applica anche a chi è già in possesso di un passaporto italiano.

Il passaporto è un documento di viaggio e identificazione essenzialmente disciplinata dalla Legge n. 1185/1967. 

importante avviso

Alla consegna del passaporto: il connazionale deve verificare la correttezza dei dati anagrafici riportati e comunicare tempestivamente eventuali errori. Se si riscontrassero errori in seguito, un nuovo passaporto non potrà essere rilasciato senza oneri.

                  • Informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice in Materia di Protezione dei dati personali (D.lg. n. 196/2003)

Che cos’è il passaporto biometrico?

Dal 26 ottobre 2006 il passaporto biometrico ha sostituito i precedenti modelli di passaporto. Esso utilizza moderne tecnologie, quali la stampa anticontraffazione e un microprocessore contenente le impronte digitali del titolare e i dati dell’autorità rilasciante il passaporto.

 

A chi chiedo il passaporto?

I cittadini italiani nei Paesi Bassi possono richiedere il passaporto alla Cancelleria Consolare.
Per il rilascio del passaporto è necessario fissare un APPUNTAMENTO sul sito della Cancelleria Consolare.

 

Non sono italiano/a e vorrei il passaporto. Come faccio?

Consulti la pagina cittadinanza e rivolga le sue domande all’Ufficio che si occupa della cittadinanza.

 

Come presento la richiesta di passaporto?

La presentazione della richiesta di passaporto avviene di persona, solo ed esclusivamente previo appuntamento agli sportelli di questa Cancelleria Consolare.

 

Il richiedente (maggiorenne o minorenne) deve essere sempre presente allo sportello alla presentazione della richiesta. È sempre richiesta la presenza fisica allo sportello del genitore del minore che non sia cittadino dell’Unione Europea.

Qualora si sia sposato/a all’estero (nei Paesi Bassi o fuori dai confini della Repubblica Italiana) o abbia avuto dei figli all’estero e solo se matrimonio e/o figli non siano già stati registrati presso una Cancelleria Consolare in precedenza: con la richiesta di passaporto produrre l'estratto internazionale dell'atto di  matrimonio (internationaal uittreksel uit de huwelijksakte) e gli estratti internazionali degli atti di nascita dei figli (internationaal uittreksel uit de geboorteakte). In caso di convivenza: produrre la copia integrale dell'atto di nascita e di riconoscimento dei figli (gewaarmerkt afschrift van de akte van geboorte en erkenning). Per i modi di presentazione vedi la voce Stato Civile. L’assenza di questi atti non impedisce il rilascio del passaporto.

 

Non posso depositare le impronte digitali / la firma Come faccio?

L'obbligo delle impronte digitali nel passaporto è disposto dalla normativa europea, in particolare dal Regolamento (CE) n. 2252 del 2004 (come modificato dal Regolamento (CE) n. 444/2009), che ne ha fissato l'avvio al 29 giugno 2009.

 

L'esenzione dalla rilevazione delle impronte digitali è possibile solo in caso di:

  • patologia o impedimento fisico permanente opportunamente documentati (ad es. certificazione medica rilasciata da         un'autorità sanitaria locale, strutture ospedaliere, ecc.).
  • menomazione o malformazione fisica evidente (certificazione medica non necessaria).

In tali casi, è rilasciato un passaporto senza impronte.

 

È prevista l'esenzione permanente dall'apposizione della firma per:

              • gli analfabeti (previa dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà);

              • chi ha impossibilità fisica (accertata o documentata) all’apposizione della firma.

 

Quanto tempo ci vuole al rilascio del passaporto?

Per gli iscritti AIRE presso questa Cancelleria Consolare: il passaporto è rilasciato il giorno dell’appuntamento alla presentazione della domanda, se (1) la documentazione presentata risulta completa (2) se non ci sono cause ostative (pendenze penali o fiscali) (3) non intervengano cause di forza maggiore al momento della verifica telematica.

Per chi proviene da altre circoscrizioni consolari, oppure non è iscritto AIRE, occorre richiedere l’autorizzazione al rilascio del passaporto alla Rappresentanza Consolare o alla Questura in Italia competente per residenza. Il passaporto non sarà pertanto rilasciato a vista. Ci potrebbero volere fino a 30 giorni dalla data d’invio della richiesta al rilascio, sempreché non ci siano cause ostative al rilascio.

 

Quanto tempo è valido il passaporto?

Il passaporto biometrico è valido per:

            • 10 anni - per i maggiorenni

            • 5 anni - per i minori da 3 anni compiuti fino a 17 anni di età

            • 3 anni - per i minori da 0 a 3 anni di età non compiuti

 

Quanto costa il passaporto?

Il costo del passaporto è di E 116,00 – cui si aggiunge E 0,06 di spese per la transazione con PINpas.

Nel caso sia riconosciuta un’urgenza di rilascio, al costo del passaporto si aggiungerà E 50,- (per il diritto d’urgenza).

 

Come pago il costo del passaporto?

Il pagamento del passaporto si fa presso gli sportelli della Cancelleria Consolare, in contanti o con carta bancaria di debito (PINpas o bancomat).

 

Devo fare le foto per il passaporto: che caratteristiche devono avere?

Le foto devono essere: identiche, recenti (fatte non oltre 6 mesi), frontali, a colori, sfondo
bianco, formato tessera e conformi agli standard internazionali ICAO. Non è possibile fare le foto presso la Cancelleria Consolare.

 

Vivo ora nei Paesi Bassi. Come faccio a far stampare la nuova residenza sul passaporto?

Se regolarmente iscritto all’AIRE in questa Circoscrizione Consolare (ne ha ricevuto conferma dal proprio Comune AIRE italiano), può richiedere l’inserimento della nuova residenza recandosi alla Cancelleria Consolare senza appuntamento (negli orari di sportello) munito del proprio passaporto.

Per chi non è residente, o ha fatto di recente richiesta d’iscrizione AIRE, non sarà possibile apporre la nuova residenza fino a quando la pratica d’iscrizione non sarà completata dal Comune AIRE italiano.

 

Posso richiedere il rilascio del mio passaporto in Italia?

Gli italiani residenti all’estero possono sempre chiedere il rilascio del passaporto presso un qualsiasi Ufficio emittente in Italia (Questura/Commissariato). L’ufficio emittente acquisirà la delega da parte dell’Ufficio Consolare competente per residenza.

 

Non sono residente nei Paesi Bassi. Posso chiedere qui il passaporto?

In caso di emergenze comprovate, un italiano all’estero può richiedere il rilascio del passaporto anche se non residente. In tal caso la Cancelleria Consolare deve attendere l’autorizzazione dall’Italia dell'Ufficio (Questura o Ufficio Consolare Italiano) competente per
residenza. Questa pratica, di competenza della Cancelleria Consolare, può richiedere fino a 30 giorni dal momento dell’invio della richiesta.

 

Procedura da seguire:

• prendere contatto via email con l’Ufficio Passaporti con una richiesta di passaporto. Comprovare i dettagli dell’emergenza della richiesta. Accludere tutte le informazioni personali (Cognome e Nome come su Carta d’Identità o Passaporto, indirizzo completo di ultima residenza in Italia / all’estero, se del caso numero attuale del passaporto ed Ente rilasciante, nome della Questura in Italia o Autorità Consolare competente.

• attendere la conferma dell’Ufficio Passaporti

• ottenuta la conferma dall’Ufficio Passaporti, effettuare la prenotazione online di un appuntamento (vedi appuntamento). Prenotare un appuntamento a una data non inferiore alle 4 settimane dalla data della conferma della presa in carico della richiesta da parte dell’Ufficio Passaporti. In fase di prenotazione, nelle note dell’appuntamento includere la nota “non residente – conferma ottenuta dall’Ufficio Passaporti”

• presentarsi di persona il giorno dell’appuntamento con tutti i documenti necessari alla richiesta del passaporto (vedi passaporto per Maggiorenni / Minorenni).

Le richieste di rilascio passaporto incomplete non saranno prese in carico.

 

 

APPUNTAMENTO passaporto

L’appuntamento si fissa tramite il sistema d’appuntamenti computerizzato PrenotaOnline. Per fissare un appuntamento è necessario avere un account personale.

L’appuntamento è personale (ogni utente deve avere un proprio account; il genitore del minore ne crea uno per lo stesso minore), individuale (ogni richiedente deve essere individuabile), unico (un appuntamento consente il rinnovo di un solo passaporto; nota bene: un account consente di poter fare un solo appuntamento alla volta) e gratuito.

La gestione dell’appuntamento avviene attraverso l’account personale ed è di responsabilità del titolare dell'account.

N.B.: Il servizio di prenotazione è riservato ai soli cittadini italiani residenti e/o temporaneamente nei Paesi Bassi.

 

images

PRENOTA QUI il tuo appuntamento presso la Cancelleria Consolare a L’Aja.

 

 

VIDEO come prenotare un appuntamento video

 

 

In considerazione dei tempi d'attesa, si consiglia di prenotare l’appuntamento attivandosi con anticipo rispetto alla data di scadenza del passaporto.

Si prega di cancellare al più presto un appuntamento preso, qualora lo stesso non fosse più necessario.

 

Come funziona il sistema di prenotazione PrenotaOnLine?

Per accedere al servizio di prenotazione, la prima volta l'utente deve registrare i propri dati personali e un indirizzo di posta elettronica. Per una questione di trasparenza e di sicurezza dell’account ogni utente può avere un solo account individuale nel sistema (il genitore di figli minori crea un account per gli stessi).

L'utente riceve un’e-mail di conferma della registrazione. Poi ha accesso al sistema mediante login.

Avvertenza a chi ha la posta elettronica gratuita (yahoo, hotmail, gmail, ecc.): la conferma può pervenire varie ore dopo, o arrivare nelle cartelle di "posta indesiderata" o "spam". Si consiglia di controllare queste cartelle.

Nella schermata di richiesta dell’appuntamento: compilare solo i campi obbligatori (solo quelli con un asterisco rosso, ovvero  cittadinanza’ e ‘figli’). Nelle note: inserire solo brevi messaggi – e solo se indispensabili alla migliore comprensione della ragione dell’appuntamento.

 

Devo fare il passaporto. Ho bisogno di un appuntamento?

Sì, in ogni caso. Per rendere più efficiente il servizio, questa Cancelleria Consolare riceve esclusivamente su appuntamento.

 

Che numero devo chiamare per fare un appuntamento?

L’appuntamento per il passaporto non si fissa al telefono. Per assicurare trasparenza è proibito al personale dell’Ambasciata fissare appuntamenti per l’utenza al telefono. L’appuntamento si fissa tramite il sistema computerizzato di appuntamenti PrenotaOnline.

 

Cos’è e il sistema di prenotazione PrenotaOnLine?

PrenotaOnLine è un  sistema di prenotazione di servizi consolari automatizzato e gestito dal Ministero degli Affari Esteri e della cooperazione Internazionale. L'utente crea il proprio account e fissa un appuntamento con l’Ufficio Passaporti della Cancelleria Consolare a L’Aja (Den Haag).

 

Devo prenotare l’appuntamento per mio figlio/a. Ho bisogno di un account per lui/lei?

Sì. L’appuntamento è personale. Ogni utente deve avere un account. Il genitore del minore ne crea uno per lo stesso. In caso di neonati: accertarsi che la pratica di registrazione della nascita sia stata completata. Quando il minore non abbia ancora un documento, indicare il numero: 00000. Anche l’appuntamento del minore è individuale e consente quindi di rinnovare un solo passaporto.

 

Quant’è lunga la lista d’attesa? Quanto tempo deve aspettare per avere un
appuntamento?

I tempi d’attesa per l’appuntamento dipendono dal numero delle richieste inserite. Prenda visione del calendario nel sistema di prenotazione PrenotaOnline.

 

Devo confermare/cancellare il mio appuntamento che appare come “da confermare”?

Sì. In ogni caso l’appuntamento è in agenda e, poiché non decade, deve essere sempre confermato (per dare certezza della presenza) e cancellato se impossibilitati a venire per rendere l’appuntamento disponibile per un altro utente. L’Ufficio Passaporti potrebbe cancellare d’ufficio gli appuntamenti che non siano stati confermati tre giorni prima dell’appuntamento.

 

Come confermo il mio appuntamento?

Circa 10 giorni prima dell’appuntamento il sistema chiederà una conferma inviando una email. Solo tra i 10 ed i 3 giorni prima dell’appuntamento il sistema renderà visibile il simbolo di conferma su cui cliccare. Si consiglia di controllare la posta in arrivo e le cartelle "posta indesiderata" o "spam". Nel caso l’email non venga inviata, potrà sempre accedere al sistema e confermare l’appuntamento tra i 10 ed i 3 giorni prima dell’appuntamento.

 

Come cancello il mio appuntamento?

L’appuntamento si cancella tramite PRENOTA ONLINE. In qualsiasi momento potrà accedere al suo account e cancellare l’appuntamento.

 

Ero residente in un altro Paese. Non posso entrare in Prenota OnLine col mio account. Che devo fare?

Tramite il sito web del Consolato o dell’Ambasciata in cui era registrato/a, acceda a PrenotaOnLine. Nella sezione ‘Menu Principale’, selezioni ‘Cambio Sede’, scegliendo la sede Consolare di attuale residenza.

Si consiglia un'attenta lettura delle condizioni di erogazione di servizio, che si trovano all'interno del sistema. L'Ufficio Consolare non è responsabile delle prenotazioni effettuate dagli utenti per errore.

 

Devo fare un appuntamento ma tutto è occupato. Come faccio?

Solo i giorni rossi sono occupati. Per motivi operativi e di gestione, il sistema rende disponibili gli appuntamenti in uno spazio di 14 settimane. Qualora nelle 14 settimane non vi fossero giorni verdi o arancioni (disponibili) ma solo rossi (occupato) o neri (non disponibili), ciò non significa un malfunzionamento del sistema. Bisognerà attendere e riprovare (che si liberino dei posti o che si aprano dei giorni nuovi). Il sistema rende disponibile in ogni momento un spazio per cancellazione di un appuntamento. Il sistema apre un nuovo giorno solo ogni lunedì, martedì, mercoledì e venerdì immediatamente dopo la mezzanotte.

 

passaporti mag

Passaporto per MAGGIORENNI

Il richiedente presenta di persona allo sportello:

 

Domanda di passaporto compilata interamente. La domanda di passaporto contiene al suo interno anche la concessione dell’assenso, che deve essere debitamente firmato nel caso il richiedente abbia figli minori

precedente passaporto (anche se scaduto, deteriorato, con pagine esaurite)

• 2 foto (formato tessera, identiche, recenti, frontali, a colori, sfondo bianco) conformi agli standard internazionali ICAO

In caso non abbia più il precedente passaporto (furto/smarrimento) o di primo passaporto italiano presentarsi con:

• un documento d'identità italiano (carta d’identità, patente italiana) o

• un documento d'identità straniero (passaporto)

• in caso di smarrimento/furto: denuncia alle Autorità di Polizia o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà In mancanza della
predetta documentazione, la richiesta del rilascio passaporto non potrà essere accolta.

 

importante 0

IMPORTANTE: SE IL RICHIEDENTE HA FIGLI MINORENNI

Se il richiedente ha figli minori, dovrà compilare e far firmare all’altro genitore la sezione della Domanda di passaporto concernente l’Atto d’Assenso e presentare :

fotocopie dei documenti d’identità dei entrambi i genitori

L’assenso dell’altro genitore è sempre necessario anche per coppie non sposate, separate o divorziate e anche se i figli minorenni hanno già un passaporto individuale.

 

Cos'è l'Atto d’Assenso dell’altro genitore per il mio passaporto?

L'Atto d’assenso è una dichiarazione con cui un genitore del minore autorizza l'altro ad avere il passaporto.

In caso di figli da genitori diversi, il richiedente dovrà presentare un Atto d’Assenso per ciascuno dei genitori. L'assenso deve essere firmato in data recente rispetto alla presentazione della domanda di rilascio del passaporto.

Il genitore che non sia cittadino dell’Unione Europea dovrà obbligatoriamente apporre la sua firma davanti ad un addetto della Cancelleria Consolare.

Nel caso entrambi i genitori fossero cittadini italiani o dell’Unione Europea a scelta uno solo dei genitori potrà essere presente in Cancelleria Consolare. La firma del genitore cittadino italiano o dell’Unione Europea non presente potrà essere apposta prima dell’appuntamento e sarà verificata da un addetto della Cancelleria Consolare attraverso la fotocopia del documento d'identità.

 

Perché ho bisogno dell’assenso dell’altro genitore per il mio passaporto?

La Legge italiana prevede, a tutela dei minori, l’atto di assenso. La legge non consente deroghe all'Atto d’Assenso, tranne che nel caso di emissione di un Decreto Consolare da parte del Capo della Cancelleria Consolare con l’incarico di Giudice Tutelare.
L’assenso è indispensabile indipendentemente dalla nazionalità del genitore o dei figli e dai rapporti intercorrenti o il legame che unisce i genitori (convivenza, matrimonio, separazione, divorzio).

Ai sensi della Legge n. 1185/1967, art. 3 (aggiornata con le modifiche dell'art. 24 della Legge n. 3/2003), nel modulo di domanda di passaporto il cittadino italiano deve indicare obbligatoriamente l'esistenza di figli minori, siano essi conviventi o meno con il richiedente.

 

Non ottengo l’assenso dall’altro genitore al mio passaporto. Come faccio?

Nel caso in cui non sia possibile ottenere l’assenso da parte di un genitore sarà necessario un decreto del Giudice tutelare. Il Capo della Cancelleria Consolare a L’Aja esercita le funzioni di Giudice tutelare per i minori residenti/iscritti nella circoscrizione di L’Aja. Se il minore è residente in Italia o in un altro Paese la competenza è del Tribunale dei Minori per l’Italia o della Rappresentanza consolare del Paese di residenza estero.

In caso di decesso di un genitore è necessario presentare il certificato internazionale di morte in copia originale.
Se il decesso non è avvenuto in un Paese dell’Unione Europea, il certificato di morte dovrà essere munito di traduzione legalizzata in
Italiano.

 

Cos’è un Decreto Consolare?

Il Decreto Consolare è l’atto con il quale il Capo della Cancelleria Consolare a L’Aja come Giudice Tutelare, può eccezionalmente  autorizzare il rilascio del passaporto del richiedente, genitore di minori.

La procedura è richiesta tramite domanda scritta sul Modello d’istanza al Giudice Tutelare al Giudice Tutelare l'interessato indica i motivi del mancato assenso. In fase istruttoria, l’Ufficio può richiedere documentazione supplementare.

Il Decreto Consolare è da considerarsi una misura eccezionale. Può essere utilizzato solo in caso di assoluta impossibilità del richiedente a ottenere l'assenso previsto dalla legge.

N.B.: se i figli minori risiedono in altra Circoscrizione Consolare o in Italia, l'istanza dovrà essere rivolta al Console o al Tribunale dei Minori del luogo di residenza degli stessi.

 

Posso evitare di venire in Cancelleria Consolare per richiedere il passaporto?

No, la presenza è obbligatoria. Per il rilascio del passaporto sono necessari: l’autentica della fotografia, apporre la firma e le impronte digitali da parte del titolare.

 

passaporti min

Passaporto per MINORENNI

Il minore dev’essere sempre presente in Cancelleria Consolaree accompagnato, da uno o da entrambi i genitori (se uno dei due genitori non è cittadino dell’Unione Europea è sempre necessaria la presenza del cittadino non cittadino dell’Unione Europea). Il genitore presenta allo sportello:

la Domanda di Passaporto per minori interamente compilata e firmata da entrambi i genitori con fotocopia dei loro documenti d'identità, la domanda di passaporto contiene al suo interno anche la concessione dell’assenso, che deve essere debitamente firmato

• (se non si tratta del primo documento) il precedente passaporto (in caso di smarrimento/furto del passaporto la denuncia presentata
alle locali Autorità Polizia).

2 foto (formato tessera, identiche, recenti, frontali, a colori, sfondo bianco) conformi agli standard internazionali ICAO ;

Importanti avvertenze sulla FIRMA per la concessione dell’assenso:

Il cittadino italiano o dell'Unione Europea può firmare l'Atto d’Assenso senza essere presente presso la Cancelleria Consolare. Allegherà la fotocopia di un documento d'identità dell’Unione Europea valido (pagine che mostrano la foto, i dati personali e la firma). La presenza quindi non è indispensabile.

Il cittadino di uno Stato non membro dell'Unione Europea: deve firmare l'Atto d’Assenso alla presenza del funzionario della Cancelleria Consolare o di un funzionario Consolare in qualsiasi altro Paese del mondo, dove vi sia una rappresentanza diplomatica Italiana (vedi rete diplomatica all’estero) o un’altra pubblica Autorità preposta a tale compito (ad esempio: Notaio, Ufficio di Polizia, Funzionario Comunale, ecc.).

 

Posso venire in Consolato senza il minore e presentare la richiesta del passaporto?

No. Il minore dev’essere sempre riconosciuto dall’Ufficiale che emette il passaporto. La presentazione della richiesta di passaporto avviene solo ed esclusivamente in presenza del minore presso la Cancelleria Consolare.

 

Il genitore non cittadino dell’Unione Europea non può essere presente. Cosa devo fare?

Il cittadino di uno Stato non membro dell'Unione Europea deve firmare l'Atto d’Assenso alla presenza del funzionario Consolare in qualsiasi altro Paese del mondo, dove vi sia una rappresentanza diplomatica Italiana (vedi rete diplomatica all’estero) o nel caso no ve ne sia una, un’altra pubblica Autorità preposta a tale compito (ad esempio: Notaio, Ufficio di Polizia, Funzionario Comunale, ecc.).

 

Questo è il primo passaporto del minore. Ci sono delle particolarità?

In caso di primo passaporto italiano, per i figli nati all’estero (fuori dei confini della Repubblica Italiana) - e solo qualora non fosse stato già fatto in precedenza: è necessario inviare all’Ufficio Stato Civile della Cancelleria Consolare i seguenti documenti (si ripete solo qualora non fosse stato già fatto in precedenza):

· l'estratto internazionale dell'atto di nascita (internationaal uittreksel uit de geboorteakte) e   l'estratto internazionale dell'atto di matrimonio dei genitori (internationaal uittreksel uit de huwelijksakte).

In caso di genitori non sposati inviare:

· la copia integrale dell'atto di nascita e di riconoscimento (gewaarmerkt afschrift van de akte van geboorte en erkenning).

 

Cos'è l'Atto d’Assenso per il passaporto ad un minore?

E’ una dichiarazione sottoscritta da entrambi i genitori con cui autorizzano il minore ad avere un proprio passaporto - ovvero l'altro  genitore a poter viaggiare anche da solo con il minore. L'assenso è indispensabile indipendentemente dalla nazionalità, dai rapporti intercorrenti, o dal legame che unisce i genitori (convivenza, matrimonio, separazione, divorzio). La dichiarazione dev’essere presentata
accompagnata dalla fotocopia del documento di riconoscimento dei genitori dove siano visibili la foto, i dati personali e la firma del titolare.

L’Atto d’Assenso è necessario al rilascio del passaporto, anche se i figli, in precedenza, hanno già avuto un passaporto.

 

Un minore ha sempre bisogno del passaporto personale per viaggiare?

Sì. I minori non viaggiano più con iscrizione sul passaporto dei genitori. Come i maggiorenni, anche i minori possono viaggiare solo se muniti di documento di viaggio individuale.

Per i minori d’età inferiore ai 14 anni, l'uso del passaporto è subordinato alla condizione che viaggino con uno dei genitori o di chi ne fa le veci. Altrimenti sul loro passaporto dev’essere menzionato l'accompagnatore autorizzato.

Se un minore di anni 14 deve viaggiare accompagnato da una persona diversa dai genitori/tutore, senza appuntamento e negli orari d’apertura al pubblico. I genitori/tutori dovranno presentarsi in Cancelleria Consolare muniti dei propri passaporti, del passaporto del minore e della copia del documento d'identità della persona cui il minore sarà affidato, per ottenere una dichiarazione/attestazione
d’accompagnamento.

 

Può un minore viaggiare da solo?

Sì, ma solo se ha già compiuto 14 anni. Si consiglia, però, di accettarsi sempre con la compagnia aerea sulla necessità di munire il minore di un’autorizzazione firmata dai genitori.

I minori di 14 anni che si recano all’estero non accompagnati da un genitore o dal tutore necessita sempre di una dichiarazione
d’accompagnamento (sul passaporto) o un’attestazione d’accompagnamento d’accompagnamento (su foglio a parte) col nome della persona o l’ente/compagnia di trasporto a cui il minore è affidato durante il viaggio, la durata e la destinazione del viaggio. Al minore
affidato ad un ente o compagnia di trasporto si rilascia unicamente l’attestazione.

La dichiarazione/attestazione d’accompagnamento dev’essere sottoscritta dai genitori o tutori e vistata dall’Ufficio Passaporti (negli orari d’apertura al pubblico, senza appuntamento).

Il termine massimo di validità della dichiarazione/attestazione -comprese la data di partenza e di rientro- è di 6 mesi. La stessa dev’essere rinnovata ogni qualvolta il minore oltrepassi il confine (nazionale o in caso di residenza all'estero del Paese di residenza).

 

Mio figlio è appena nato. Ha urgente bisogno di un passaporto. Come faccio?

Legga con attenzione le informazioni relative al passaporto per minori ed alle urgenze.

 

Il passaporto di mio figlio non contiene i nomi dei genitori. Come faccio ad inserirli?

Dal novembre 2009 il passaporto rilasciato al minore di anni 14 contiene, alla pagina 5 il nome dei genitori, la loro data ed il loro luogo di nascita.

Recandosi in Consolato negli orari d’apertura degli sportelli e senza appuntamento, il genitore munito del passaporto valido del minore e dei passaporti di entrambi i genitori può chiedere l’inserimento dei dati mancanti. La presenza del minore non è necessaria.

Il nome dei genitori non compare più sul passaporto dei minori che abbiano già compiuto 14 anni al momento dell’emissione del documento.

Mi hanno danneggiato /deteriorato il passaporto. Come faccio?

Il passaporto deteriorato o danneggiato deve essere annullato ed uno nuovo dev’essere rilasciato. Il costo è di E 116,-. Sarà necessario prendere appuntamento (vedi appuntamento) o nel caso attraverso procedura d’urgenza (vedi urgenza).

Ho dimenticato a casa in Italia il mio passaporto. Ne voglio uno ora. Cosa devo fare?

Per emettere un nuovo passaporto, è indispensabile presentare il precedente documento che deve essere annullato.

 

 passaporti urgenze

Passaporto e URGENZA

Ho bisogno urgente del passaporto. Gli appuntamenti sono tutti presi. Come faccio?

In caso di giustificata e comprovata urgenza/emergenza, il residente nella circoscrizione Consolare di L’Aja può contattare via email (denhaag.pass2@esteri.it) l’Ufficio Passaporti e invocare un’urgenza.

L'urgenza deve essere dovuta solo a:

gravi motivi familiari / di salute comprovati

• improrogabili necessità di lavoro comprovate.

I benefici della procedura d'urgenza per motivi di lavoro NON possono essere estesi a figli o familiari del titolare.

NON saranno ritenute valide le seguenti prove d'urgenza/emergenza:

• Il possesso del solo biglietto aereo

• Prenotazioni di visite mediche, da effettuarsi in Italia o in altri Paesi, che siano effettuabili nei Paesi Bassi

• Certificati medici dai quali non s’evinca chiaramente la presenza di una condizione medica di gravità riguardante un diretto familiare residente all’estero

• Lettere di parenti, conoscenti, ecc.

• Dimostrazione di impegni lavorativi urgenti comprovati da messaggi email

• Autocertificazioni del richiedente su situazioni di urgenza/emergenza non comprovate da adeguata documentazione in supporto

• Le gite scolastiche e le vacanze Inviare solo per email e solo all’Ufficio Passaporti la richiesta completa di tutti i documenti necessari accompagnata da un breve messaggio di spiegazione, indicando anche un numero di telefono mobile. Le richieste incomplete non verranno prese in considerazione e non verrà data loro risposta.


In caso di

gravi motivi familiari / di salute inviare a comprova della richiesta:

(1) certificato medico originale di una struttura pubblica, redatto in lingua italiana o olandese -se in altra lingua provveda alla traduzione ufficiale in lingua italiana-

(2) prenotazione del volo, o titolo di viaggio (biglietto)

 

improrogabili necessità di lavoro inviare a comprova della richiesta:

(1) attestazione motivata dettagliatamente e redatta su carta intestata del datore di lavoro, firmata da chi ricopre incarichi dirigenziali (con l'indicazione del nominativo di firma, ruolo ricoperto e numero di telefono), e timbrata dall’Ufficio delle Risorse Umane

(2) prenotazione del volo, o titolo di viaggio (biglietto).

La caratteristica d’urgenza sarà studiata e validata dall’Ufficio Passaporti che ne informerà il richiedente in merito (in tempi relativamente brevi e soggetti al carico di lavoro in essere al momento).

Spetterà all’Ufficio Passaporti definire la tempistica per la finalizzazione del procedimento in base alle necessità di viaggio del richiedente, al carico di lavoro in essere del momento ed alla disponibilità di posti liberi, ovvero cancellazioni di appuntamenti regolarmente prenotati da altri utenti.

Per informazioni contattare via email l’Ufficio Passaporti solo ed esclusivamente a breve distanza dal viaggio (circa 2 settimane).

Agli utenti ricevuti con comprovati motivi d’urgenza incomberanno, in ogni caso, oltre al normale costo del passaporto, anche i diritti d’urgenza pari a E50,-.

 

Mio figlio è appena nato. Ha urgente bisogno di un passaporto. Come faccio?

Legga con attenzione le informazioni riguardanti il passaporto per minori e alle urgenze.

 

Posso chiedere con urgenza il rilascio del mio passaporto in Italia?

Sì, è possibile richiedere il passaporto in Italia. L’Autorità competente al rilascio del passaporto in Italia è la Questura dell’ultimo Comune di residenza (iscrizione AIRE).

Per gli iscritti all’AIRE nei Paesi Passi che richiedano il rilascio di un nuovo passaporto fuori dai Paesi Bassi, la Questura competente in Italia, richiederà a questa Cancelleria Consolare il nulla osta e la delega all’emissione del passaporto (questa procedura d’ufficio non richiede il coinvolgimento attivo da parte del richiedente). I tempi di risposta alla richiesta della Questura da parte di questa Cancelleria Consolare sono normalmente strettissimi.

 

Passaporto e VIAGGI

Che devo fare in caso di smarrimento o furto del passaporto?

In caso di furto o smarrimento del passaporto durante un viaggio all’estero, sarà necessario presentare denuncia presso le Autorità di Polizia locali. In seguito sarà necessario rivolgersi alle Autorità Consolari italiane del Paese dove ci si trova, per ottenere un documento di viaggio per rientrare nel Paese di residenza. Tutte le informazioni sono reperibili nella sezione “Documento di Viaggio d'Emergenza”.

 

Quali documenti di viaggio italiani sono accettati nei Paesi Bassi?

Consulti il sito web www.viaggiaresicuri.it per ogni informazione a riguardo. Poi, il Ministero degli Affari Esteri olandese ha un numero verde a disposizione di tutti i viaggiatori (olandesi e stranieri), per assistenza o consigli di viaggio. Il numero è +31 24 724 7247 è raggiungibile tutti i giorni della settimana.

 

Ho bisogno del passaporto per viaggiare nell’area Schengen?

Per viaggiare nell’area di libera circolazione Schengen* basta la Carta d’Identità valida.

*Area Schengen:

Austria, Belgio, Città del Vaticano, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Monaco, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Rep. Ceca, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria.

 

N.B.: la libera circolazione non è ancora entrata in vigore in Bulgaria, Cipro, Croazia e Romania. Irlanda e Regno Unito non hanno aderito all’Area Schengen.

 

Viaggerò al di fuori dell’Unione Europea. Che devo sapere?

Consulti innanzitutto il sito web: www.viaggiaresicuri.it. Per ogni altra informazione contatti le Autorità Consolari del paese di destinazione del viaggio.

 

Andrò negli USA. Cosa devo sapere?

Il passaporto biometrico facilita l’ingresso negli Stati Uniti. I figli minori devono essere muniti di passaporto individuale. Per maggiori informazione consultare il sito web www.viaggiaresicuri.it oppure il sito web dell’Ambasciata statunitense a L’Aja o prenda contatto con la stessa per tutte le informazioni relative a tempi di validità del passaporto, visti ed altre informazioni o regole relative all’ingresso ed alla permanenza negli Stati Uniti.


331