Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

1. Che cos’è l’AIRE?

L’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) è stata istituita con legge 27 ottobre 1988, n. 470 e contiene i dati dei cittadini italiani che risiedono all’estero per un periodo superiore ai dodici mesi.

Essa è gestita dai Comuni italiani e dal Ministero dell’Interno sulla base delle informazioni provenienti dagli Uffici consolari. Dato che l’unico ente titolare delle funzioni anagrafiche è il Comune italiano, la richiesta d’iscrizione all’AIRE è sottoposta dall’utente al Comune competente, il quale provvede all’aggiornamento della posizione di residenza e delle liste elettorali.

L’iscrizione AIRE è gratuita
, comporta la cancellazione dalla residenza dal territorio della Repubblica (cancellazione dall’A.P.R., che è l’Anagrafe della Popolazione Residente in Italia) e, una volta effettuata, viene notificata direttamente dal Comune al cittadino (nota: la mancata notifica da parte del Comune non comporta necessariamente una mancata iscrizione AIRE).
É possibile trovare ulteriori informazioni a questo link (6 ragioni per iscriversi).

Pagina Successiva: 2. E’ obbligatorio iscriversi all’AIRE?

Altre pagine utili: